Giovedì 28 maggio 2020 alle 19.00 ospiti a Poltronissima in diretta streaming: Enrico Sortino, Gabriele Paupini e Natale Calabrò per Holding The Man.

Giovedì 28 maggio 2020 alle ore 19.00 in diretta streaming sulla nostra pagina Facebook e Youtube andrà in onda una nuova puntata di “Poltronissima con Luca&Max” – dedicata al racconto delle emozioni, dei sentimenti e della forza dell’amore con “Holding the Man”.

✅ Ospiti in diretta con noi Enrico Sortino, Gabriele Paupini e Natale Calabrò.

Insieme agli ospiti si parlerà dello spettacolo Holding the Man, l’opera teatrale intensa e raffinata di Tommy Murphy, drammaturgo e regista australiano.

La piece teatrale si basa sull’omonimo libro autobiografico di Timothy Conigrave. Il dramma ha debuttato a Sydney nel 2006 e dato il grande successo di pubblico è stata più volte riproposto sulle scene australiane e internazionali, senza mai esser stato tradotto in italiano e quindi rimasto inedito in Italia.
La storia si svolge a Melbourne nel 1976. I due studenti Timothy Conigrave e John Caleo si incontrano e si innamorano sui banchi di scuola.

È l’inizio di una storia d’amore che durerà quasi sedici anni, ostacolata dapprima dai genitori dei due ragazzi e dall’omofobia dei loro coetanei, ma anche dai ripetuti tradimenti di Tim.

Tim è un’anima libera ma ama profondamente John che è invece un ragazzo più timido, sensibile e profondo e nonostante tutto, il legame tra i due resta saldo e sopravvive alla scoperta da parte di entrambi di essere sieropositivi nel 1985.

Rimasero relativamente sani fino al 1990. Nel 1991, a Caleo fu diagnosticato un cancro che lo portò alla morte il 26 gennaio 1992 all’età di 31 anni. Tim Conigrave è morto il 18 ottobre 1994, all’età di 34 anni dopo aver terminato la stesura del suo diario autobiografico

La regia e l’adattamento dello spettacolo sono affidati a Gabriele Paupini.

Enrico Sortino è uno dei protagonisti dello spettacolo con Federico Calistri. Completano il cast Mauro D’Amico, Ilda Fusco e Antonio Branchi.

Enrico Sortino

Enrico Sortino, classe 1978, frequenta da giovanissimo l’Accademia di Arti Drammatiche “Umberto Spadaro” del Teatro Stabile di Catania.

Continua lo studio della drammaturgia e della musica presso l’Accademia “Corrado Pani” di Roma, diretta dai fratelli Claudio e Pino Insegno.

Tanti importanti lavori al cinema: Rayana diretto da Vincent Navarra, Gli Astronomi diretto da Diego Ronsisvalle, Ridi Ridi diretto da Mirko Mucilli, Mia diretto da Robert Gilbert, Native diretto da John Real (vincitore di tre Globi d’oro) e Banned diretto dai fratelli Giuliano.

Per i film TV: Paolo Borsellino diretto da G.M. Tavarelli, Il commissario Rex diretto da Marco Serafini, Squadra Antimafia 6 regia di Samad Zamandili e Kristof Tassin.

Enrico è stato interprete di grandi produzioni teatrali: La distanza da qui di Neil Labute diretto da Marcello Cotugno, Un diamante sulla fronte diretto da Caterina Spadaro, Buonasera buonasera diretto da Claudio Insegno, I meneni diretto da Walter Manfrè. Per il Musical: Les Folies de Paris (Moulin Rouge) regia Fulvio Crivello, Caino e Abele e La Baronessa di Carini diretti da Tony Cucchiara, Evita regia di Marco Savatteri e Rent diretto da Gisella Calì.

Scena tratta dallo spettacolo teatrale “Holding the man”

Vince il premio Miglior Attore al Roma Fringe Festival 2013. Nel 2006 fonda l’Accademia Internazionale del Musical (sedi di Catania, Palermo e Roma). Nel 2012 e 2013 è uno degli attori selezionati da Declan Donnellan e Nick Ormerod per la Biennale di Venezia. Nel 2014 sempre nell’ambito della Biennale di Venezia approfondisce con il regista lituano Oskaras Korsunovas Il Gabbiano di A. Checov.

Fondatore con Joele Anastasi della compagnia Vuccirìa Teatro, recita in Io, mai niente con nessuno avevo fatto e in Battuage e Yesus Christo Vogue, nei quali è anche aiuto-regista.

Gabriele Paupini

Gabriele Paupini, regista, classe 1988, si diploma come attore al Centro Internazionale La Cometa di Roma nel 2014. In seguito fonda la Compagnia indipendente BiTquartett, con la quale sperimenta linguaggi scenici molto diversi tra loro, dal teatro di prosa alla performance, dal site specific al teatro per l’infanzia.

Comincia ad interessarsi alla regia teatrale, alla drammaturgia contemporanea e alla scrittura. Traduce e presenta in anteprima nazionale la piece canadese “Yukonstyle” e insieme al drammaturgo Federico Guerri lavora all’adattamento della graphic novel “Mostro” di Enki Bilal, che diventa uno spettacolo teatrale e una video installazione.

Nel 2019 è assistente alla cattedra di voce presso il Centro Internazionale La Cometa. Attualmente segue il Master Création Spectacle Vivant dell’Università di Montpellier, sotto la direzione del regista e drammaturgo Laurent Berger. 

Natale Calabrò

Holding The Man è un progetto di Natale Calabrò, presidente di In Fabula Associazione Teatrale in collaborazione con Lila Toscana-Lega Italiana Lotta AIDS.
Il progetto nasce d’istinto, dopo aver visto casualmente la pellicola cinematografica ed aver capito che ancora, purtroppo, c’è urgenza di raccontare, far conoscere e sdoganare una tematica cosi importante e molto
vicina ancora oggi a milioni di persone.


Natale Calabrò racconta che “Il primo istinto è stato quello di mettermi subito alla ricerca del testo teatrale, ma tutto risultava introvabile, complicato. Non esisteva nessuna stesura teatrale in italiano, nessuna traccia. Allora mi misi a cercare gli autori del film e trovai il nominativo dello sceneggiatore che è lo stesso dell’unico testo teatrale in lingua inglese: Tommy Murphy. Lo contattai e il giorno dopo mi mandò il testo teatrale.
Il passo successivo è stato la sua traduzione in lingua italiana, molto complessa ,visto l’inglese australiano da cui proveniva.
Un anno intero per tradurlo e quando mi ritrovai in mano quella meraviglia era l’ora di farlo conoscere alla gente, ai ragazzi, agli amici, a tutti”.

A novembre 2019 ha visto la luce in due serate in anteprima nazionale al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentinto (FI) il bellissimo spettacolo “Holding The Man”.

Quella di Tim e Jhon è una storia di amore e malattia e non può lasciare nell’indifferenza chi lo guarda.
L’Associazione, In Fabula, nata nel 2014, si occupa principalmente di teatro sociale e diffonde sul territorio fiorentino perfomance artistiche che mirano sopratutto a tematiche molto vicine alle persone comuni.
Natale ha collaborato spesso con associazioni di volontariato, offrendo i propri servizi gratuitamente per l’organizzazione di serate di beneficenza e di raccolta fondi (2017 sportello antiviolenza LANARA; 2018 per Emergency).

Collabora con artisti emergenti ma si avvale anche del supporto di professionisti del settore. Nel 2017 ha gestito la stagione teatrale del Teatro di Colonnata di Sesto Fiorentino proponendo attività di laboratorio per bambini, ragazzi e adulti e una programmazione con oltre 40 spettacoli,
spaziando dal comico alla performance di ricerca a testi classici.

Le attività sono spesso patrocinate dal Comune di Sesto Fiorentino e realizzate in collaborazione con l’assessorato ai Pari diritti, inoltre collabora con lo spazio giovani di Prato “Officina Giovani – Ex Macelli.

Vi aspettiamo numerosi.

La buona abitudine di andare a teatro continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *