Riprendiamo il filo! Lunedì 15 giugno riaprono le sedi di Torino e Novara della Fondazione Circolo dei lettori.

La Fondazione Circolo dei lettori riapre le sedi di Torino e Novara, la data è lunedì 15 giugno. Dopo quasi tre mesi di chiusura dettata dal lockdown, lettrici e lettori potranno tornare a vivere gli spazi che hanno ospitato, negli anni, migliaia di incontri a tema letterario, scrittrici e scrittori, persone di tutte le età. Siamo stati lontani per un po’, ma in realtà non ci siamo mai lasciati: grazie alla programmazione digitale la Fondazione Circolo dei lettori è arrivata un po’ dappertutto in questi mesi, favorendo l’incontro intorno ai libri e diffondendo cultura sotto forma di grandi lezioni, presentazioni online, approfondimenti. Il filo che unisce gli appassionati di libri non si è mai spezzato, ma ora è da riprendere. È il filo di un discorso intorno a una comune passione e missione, la produzione e diffusione della cultura. 

Il Circolo dei lettori di Torino

Stesso Circolo, nuove regole 

La sede storica della Fondazione Circolo dei lettori, in via Bogino 9, Torino, riapre lunedì 15 giugno con questi orari: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 18, il giovedì dalle 9.30 alle 21.30. Per garantire la sicurezza del pubblico e del personale, pulizia e sanificazione sono state messe al primo posto. Entrando al primo piano di Palazzo Graneri della Roccia è stata predisposta la segnaletica per evidenziare le norme di comportamento da seguire nella struttura, un misuratore per la temperatura e il gel sanificante, a disposizione nei corridoi e nelle sale. Il pubblico, come il personale, dovrà indossare la mascherina, misurare la temperatura e mantenere la distanza di sicurezza. In questo contesto, il Circolo dei lettori si trasforma, diventando uno spazio da vivere per ritrovarsi, in piccoli gruppi, a orari diversi dal consueto. Un Circolo a misura delle persone per favorire incontri e amicizie, colmare solitudini e allenarsi a un nuovo modo di vivere gli eventi culturali. 

Si tornerà a leggere insieme: le notizie del giorno, con la rassegna stampa mattutina guidata da Petunia Ollister; in inglese, con Rosemary Perry Wine e il suo Book Club; l’attualità con Marta Ciccolari Micaldi (La McMusa) e ospiti in collegamento, in un focus dedicato all’America oggi, No Justice No Peace. I bambini si divertiranno con le favole di Gianni Rodari lette da Dario Benedetto, gli adulti invece godranno dei versi poetici dell’associazione culturale Il menu della poesia. Non mancheranno le presentazioni delle ultime novità editoriali, sia in presenza per piccoli gruppi, che online, che al telefono con un nuovo format che permetterà al pubblico, in numero ridotto, di dare del tu al proprio scrittore preferito, collegato in sala via Skype. Il primo sarà Andrea Bajani, il secondo Marco Malvaldi (leggi di più nella scheda di approfondimento). 

(Scoprire) La trama del presente 

Di mattina, dalle ore 11.30, il lunedì e il giovedì dal 15 giugno in poi Petunia Ollister, nom de plume di Stefania Soma, ideatrice di #bookbreakfast, firma di Robinson e di La Stampa, autrice di Colazioni d’autore per Slow Food Editore, guida i partecipanti in una lettura commentata dei giornali, con un occhio di riguardo per le notizie riguardanti il mondo culturale. Poiché i giornali non saranno più in consultazione libera al Circolo dei lettori, qualcuno di speciale li leggerà per il pubblico. È La sai l’ultima (notizia), anche in diretta Instagram sul profilo del Circolo dei lettori. 

Di pomeriggio, alle ore 18, per tre lunedì di giugno (il 15, il 22 e il 29), si rivolge lo sguardo verso gli Stati Uniti, intrecciando attualità e letteratura con Marta Ciccolari Micaldi, in arte La McMusa, voce italiana sulla cultura nordamericana. Tiene corsi per Babelica, suo il podcast per Black Coffee e una newsletter #SognaAmericano. Organizza e accompagna dei Book Riders, ovvero viaggi di gruppo negli States. Non si può viaggiare, è vero, ma negli States possiamo andarci lo stesso, insieme a lei e a un ospite in collegamento, diverso ogni lunedì – il primo è il vicedirettore del Post Francesco Costa – per parlare dell’America di oggi, segnata dalle proteste per l’uccisione di George Floyd, attraverso pagine e testimonianze. È No Justice, No Peace. Cosa sta succedendo in America? anche in diretta Instagram sul profilo del Circolo dei lettori. 

(Sciogliere) I nodi con le parole 

I libri sono stati una preziosa compagnia in questi mesi di lockdown: ricominciamo a leggerli insieme, dal vivo: il martedì è il giorno del Book Club di Rosemary Perry Vine che dalle ore 11.30, martedì 16, 23 e 30 giugno, guida la lettura di altrettanti romanzi in lingua originale: Nutshell di Ian McEwan, White Houses di Amy Bloom, Evening in Paradise: More Stories di Lucia Berlin. 

Tornano le presentazioni, classiche e inedite: Scrittori in sala porta gli autori al Circolo dei lettori, come Gianni Oliva, che presenta La guerra fascista (Mondadori) con Gianni Firera, venerdì 19 giugno, ore 16, in collaborazione con Associazione Vitaliano Brancati. Scrittori al telefono è invece il format pensato per incontrarsi tra lettori e dialogare con lo scrittore, collegato via Skype, scoprendo così, dalla sua viva voce, il libro appena uscito in libreria. I primi due ospiti sono Andrea Bajani, giovedì 25 giugno, ore 18, con la raccolta di poesie Dimora naturale (Einaudi), e Marco Malvaldi, giovedì 2 luglio, ore 18 con Il borghese Pellegrino (Sellerio). 

Storie per grandi e Piccole storie per i bambini, con Dario Benedetto che, in occasione dei 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari, leggerà le Favole al telefono, perché narrare è un atto di creatività e raccontare storie è un modo di creare significati, di aprirsi al nuovo, di attivare dialoghi e relazioni, di dare forma a mondi possibili e inediti. Per tre martedì di giugno, alle ore 15.30: il 16, Cucina Spaziale ovvero le favole legate al cibo e alla sua trasformazione; il 23, Il topo che mangiava i gatti ovvero le favole dedicate agli animali; il 30, A comprare la città di Stoccolma ovvero le favole legate ai luoghi rivisitati. 

(Perdersi nell’) Intreccio dei versi

Incantastorie metropolitani con Associazione Culturale Il Menù della Poesia

Giovedì 18 giugno, in due turni alle ore 19 e alle ore 21, Incantastorie metropolitani, progetto dell’Associazione culturale Il Menù della Poesia, un’esperienza letteraria interattiva che unisce teatro, poesia, musica eletteratura, per avvicinare la comunità alla cultura in modo informale e coinvolgente attraverso performance basate sulla creazione di un’esperienza condivisa sia artisticache umana. Un viaggio, un sogno, un’isola sconosciuta, una costellazione di acqueforti incise conmordente attraverso frammenti di narrativa, canzoni, poesie, stralci di favole e teatro.

Dal Pilade di Pasolini ai racconti di Saramago e di AmyHempel, alla Favola d’Amore di Herman Hesse. Sulle note di Murolo ci ritroviamo in unvicolo di Napoli, affacciati al balcone di una memoria antica ad ascoltare una serenata. Respiriamo l’odore dei caruggi di Genova con le sue prostitute, i marinai, i viandanti. Unpartigiano contemporaneo ci racconta la sua forma di Resistenza. Una giovane donna intonail suo canto d’amore.Un passato che si rifiuta di essere cancellato e vuole prendere parte alla ricostruzione del futuro, in un dispositivo che alterna la performance classica tra reading, teatro e musica amomenti di interazione diretta con il pubblico che si fa egli stesso protagonista nella sceltadel repertorio proposto, come nella migliore tradizione di Il Menu della Poesia.

Lo spettatorediventa così co-creatore e partecipe di un’immaginazione che si fa collettiva.Una possibilità concreta per ricostruire, riscoprendo il ruolo originario dell’arte e dellanarrazione come portatori di bellezza, unione e guarigione, attraverso la diffusione di unatradizione orale condivisa dalla comunità.Si parla spesso, in questo tempo di “medicina narrativa”. Nessun tempo è uguale ad un altro enessuno è come qualcun altro, ma siamo tutti parte della stessa storia e della stessa narrazione.

Le anticipazioni di luglio

Un ciclo di incontri divulgativi dedicati alla scienza, presente nella vita di tutti i giorni, ma spesso dileggiata: Michele Luzzatto, direttore editoriale di Bollati Boringhieri Editore, dialogherà con il chimico Vincenzo Barone sul ruolo degli scienziati in rapporto alla politica; con il giornalista Pietro Greco, invece, si parlerà dell’importanza della scienza nello sviluppo sociale ed economico di una nazione. Spazio anche all’arte, con Andar per mostre, in cui, una volta a settimana, il direttore di un museo della città accompagnerà il pubblico presente al Circolo dei lettori in una visita ideale alla mostra del momento. 

Ritrovarsi da Barney’s, il bar del Circolo dei lettori

Uno spazio da vivere in sicurezza e piacere grazie anche a Barney’s, il bar del Circolo dei lettori che torna per colazione, pranzo e merenda, dal lunedì al venerdì, nelle sale seicentesche, ampie ed eleganti, di Palazzo Graneri della Roccia. Per la sicurezza, i tavoli sono posizionati alla giusta distanza e non ci sono più i menu di carta: per consultare i piatti del giorno, la lista dei vini e le offerte della caffetteria è necessario usare il qrcode e leggere direttamente sul telefono le offerte del bar.

Un menù del giorno è rinnovato con un’ampia scelta di piatti freschi preparati al momento e con prodotti del territorio. Ma anche un viaggio nei sapori e profumi che vengono da lontano: specialità multietniche fatte apposta per l’estate. Se si prenota (al numero 011 8904417, info@circololettori.it, thefork.it), i primi 50 riceveranno Una poesia al telefono letta dagli attori di Il Menu della Poesia che chiamano e recitano rime e versi. Ma non solo: per recuperare i festeggiamenti di un’occasione speciale, un anniversario, un compleanno, una festa di laurea, un battesimo, si può scegliere di farlo da Barney’s, in una delle sale. Scopri le promozioni su circololettori.it. 

Una narrazione per immagini arricchisce le sale: è la mostra Se siamo insieme va tutto bene di Emanuela Colombo e Mario Forcherio di Dogs and Us Photography, che raccontano quanto la vicinanza con un animale domestico abbia reso più lieve una situazione difficile come quella del Covid. 

Riapre il Ristorante del Circolo dei lettori

Il Ristorante del Circolo dei lettori torna a pranzo e a cena, dalle ore 12.30 alle 14.30, e dalle ore 19.30 alle 22.30, dal lunedì al sabato. Situato nella storica Tampa, offre le specialità della tradizione piemontese, reinterpretate in maniera leggera con la stagionalità delle primizie dal team di giovani professionisti guidati dallo chef Stefano Fanti. È gradita la prenotazione (375 5211445, 348 2416367, ristorante@circololettori.it).

E anche nelle sale, una narrazione, quella per immagini della mostra Se siamo insieme va tutto bene di Emanuela Colombo e Mario Forcherio di Dogs and Us Photography, che raccontano quanto la vicinanza con un animale domestico renda più lieve una situazione difficile come quella del Covid. 

Il Circolo dei lettori di Novara

Tanti eventi in città 

Il Circolo dei lettori di Novara riprende la programmazione con l’Estate novarese, un calendario di oltre 60 spettacoli tra teatro, musica, opera e jazz, nello spazio all’aperto del Castello Sforzesco di Novara. Il progetto è ideato e organizzato dal Comune di Novara e vede la partecipazione di altre realtà culturali cittadine, come la Fondazione Teatro Faraggiana, la Fondazione Teatro Coccia, la Fondazione del Castello, Cabiria Teatro, il festival Novara Jazz, l’associazione La Ribalta e l’Atl di Novara. L’obiettivo è offrire un calendario ricco e variegato per le serate estive nel rispetto di tutte le norme di prevenzione e sicurezza previste dai nuovi protocolli anti-Covid: prime fra tutte il mantenimento delle distanze e la prenotazione dei posti tramite una apposita App. Da luglio ai primi di settembre saranno ospiti del Circolo scrittori e artisti come Cristiano Godano, cantante e anima dei Marlene Kuntz, protagonista di un reading musicale a partire dal libro Nuotando nell’aria (La nave di Teseo), Alessandro Barbaglia con una lettura musicale di Nella balena, uscito di recente per Mondadori, Ilaria Rossetti, autrice di Le cose da salvare (Neri Pozza), il musicista Simone Savogin con lo spettacolo Vai, intreccio di musica e poesia, e Federica De Paolis, vincitrice della seconda edizione del Premio DeaPlaneta con il romanzo Le imperfette e altri autori in via di definizione. Inoltre, sempre a Novara, dal 22 giugno a fine luglio, la Fondazione Circolo dei lettori curerà anche 6 laboratori per il centro estivo organizzato dal Comune e rivolto ai bambini della scuola primaria, condotti dalla Libreria Cappuccetto Giallo e dall’associazione CreAttivi.

Il Circolo della musica

In attesa di un autunno di concerti 

Durante i mesi di lockdown il Circolo della musica ha continuato a suonare con performance in streaming e a diffondere cultura musicale tramite consigli di ascolto. In attesa degli sviluppi della situazione nazionale e nel rispetto delle normative, si sta continuando a lavorare per rimodulare la stagione autunnale con un cartellone di concerti con artisti italiani e internazionali, il più possibile trasversali e accessibili al pubblico, ad un costo di biglietto medio di € 10/15, con disponibilità di posti a sedere. In ottobre, al momento, sono attesi: Pottery, Teho Teardo, Damo Suzuki’s Network con Xavier Iriondo, Corrado Nuccini, Enrico Molteni, Karim Qqru. In dicembre: Colombre.

Continuano gli incontri online sui social e su circololettori.it 

Tanti libri, l’evento finale di “Esercizi di maturità”, la prima puntata di “Potere e pandemia” e la speciale Bao Night

Giancarlo De Cataldo con Io sono il castigo (Einaudi) lunedì 15 giugno, ore 18.30, Telmo Pievani con DNA (Mondadori) martedì 16 giugno, ore 18.30, Cristina Cassar Scalia con La salita dei saponari (Einaudi) martedì 16 giugno, ore 19, Franco Berrino e Marco Montagnani con Il cibo della saggezza (Mondadori): questi gli autori che racconteranno online – sulla pagina Facebook o Instagram della Fondazione Circolo dei lettori – i propri libri in uscita. Ma il palinsesto online si arricchisce con tre eventi in particolare: la prima puntata di Potere e pandemia, ciclo a cura di YouTrend dedicato ai leader del mondo alla prova del Covid-19. Lunedì 15 giugno, ore 21 con Alessandra Sardoni, Sofia Ventura e Lorenzo Pregliasco si parlerà di Conte e Macron. La sera prima degli esami, martedì 16 giugno, ore 21, evento in cui Cristiano Godano, musicista e scrittore leader dei Marlene Kuntz, compone una playlist ideale capace di raccontare i passaggi della vita, le svolte e i cambiamenti che ci segnano, formano e fanno crescere; la  BAO – One night Only, maratona con i più celebri fumettisti di Bao Publishing, mercoledì 17 giugno, ore 21, Alessandro Baronciani, Alice Berti, Flavia Biondi, Capitan Artiglio, Daniel Cuello, LRNZ, Maicol&Mirco, Teresa Radice e Stefano Turconi, Zerocalcare


FACEBOOK: facebook.com/ilcircolodeilettori/

INSTAGRAM: instagram.com/circololettori

TWITTER: twitter.com/CircoloLettori

SOUNDCLOUD: soundcloud.com/circololettori

Tutti i contenuti sono disponibili sul sito circololettori.it 

———-

AGGIORNAMENTI SUL CIRCOLO DELLA MUSICA IN ATTESA DI UN AUTUNNO DI CONCERTI 

A seguito della situazione emergenziale nazionale e internazionale e del divieto di svolgimento di eventi di pubblico spettacolo, molti degli appuntamenti live calendarizzati dalla fine di febbraio a metà giugno 2020 sono stati rinviati o cancellati. Durante i mesi di lockdown è stata intensificata l’attività online del Circolo della musica, promuovendo sui canali social alcune performance artistiche – sia live in streaming che materiale di archivio – e la rubrica settimanale dedicata all’ascolto e alla riscoperta di dischi fondamentali della musica degli ultimi 70 anni.

In attesa degli sviluppi della situazione nazionale e nel rispetto delle normative imposte dal decreto vigente è in fase di rimodulazione la stagione autunnale, nell’ottica di costruire un cartellone di appuntamenti live, sia nazionali che internazionali, il più possibile trasversali e accessibili al pubblico – dai più giovani ai più adulti – ad un costo di biglietto medio di euro 10/15, con disponibilità di posti a sedere.

Le anticipazioni aggiornate a giugno 2020:

Venerdì 2 ottobre: Pottery (Canada)

Giovedì 22 ottobre: Teho Teardo in Ellipses dans l’harmonie

Mercoledì 4 novembre: Damo Suzuki’s Network con Xabier Iriondo (Afterhours), Corrado Nuccini (Giardini di Mirò), Enrico Molteni (Tre Allegri Ragazzi Morti), Karim Qqru (Zen Circus) + ospiti

Venerdì 4 dicembre: Colombre

E molti altri in conferma.

Venerdì 2 ottobre | Pottery | € 12

Quintetto art-rock di Montreal, i Pottery sono energetici e camaleontici. A un anno dall’uscita dell’ep d’esordio No. 1, pubblicato a maggio 2019, dopo i tour con Parquet Courts e Fontaines D.C. la band annuncia Welcome To Bobby’s Motel in uscita il 26 giugno via Partisan Records. Hot Like Jungle è il loro nuovissimo singolo. Un sound che fonde post-punk, pop e dance.

Giovedì 22 ottobre | Teho Teardo in Ellipses dans l’harmonie | € 12

Il nuovo lavoro del compositore di origini friulane si intitola Ellipses dans l’harmonie ed è interamente ispirato alla musica contenuta nelle pagine dell’Encyclopédie di Diderot e D’Alembert, la cui copia originale è custodita nell’archivio della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, che ha prodotto e commissionato l’album. In Ellipses dans l’harmonie non c’è solo un omaggio all’Encyclopédie, ma anche una connessione politica con lo spirito dell’Illuminismo che ha guidato la genesi dell’opera e l’attuale necessità di luce davanti ai nuovi oscurantismi. Attualmente Teho Teardo è nuovamente impegnato al fianco di Enda Walsh nella scrittura delle musiche per Medicine, il nuovo spettacolo del drammaturgo irlandese (già noto per aver scritto Lazarus con David Bowie ma anche il film Hunger di Steve Mc Queen), e sta scrivendo le musiche per un film della regista Ildikó Enyedi, Orso d’Oro a Berlino 2017.

Mercoledì 4 novembre | Damo Suzuki’s Network con Xabier Iriondo (Afterhours), Corrado Nuccini (Giardini di Mirò), Enrico Molteni (Tre Allegri Ragazzi Morti), Karim Qqru (Zen Circus) + ospiti | € 15

Il Damo Suzuki’s Network è un progetto nato nel 1998. Suzuki, nato in Giappone nel 1950, fondatore del progetto, ex-cantante dello storico gruppo Can, ha speso gran parte della sua vita a girare il mondo, venendo coinvolto da musicisti sempre diversi appartenenti al paese in cui il progetto viene ospitato. Il principio di partenza di Damo Suzuki è quello di adattare la propria voce e capacità improvvisativa ad ogni situazione musicale che gli si presenta ad ogni concerto. Il network è stato ospitato in Europa, Americhe, Africa, Asia e Oceania con intensivi tour. La band che accompagnerà sul palco rivolese Damo Suzuki avrà la struttura di un quartetto formidabile ed inedito, formato da musicisti delle più importanti band italiane:

* Damo Suzuki: voce

* Xabier Iriondo (Afterhours): chitarra, mahai metak, taisho koto

* Corrado Nuccini (Giardini di Mirò): chitarra, elettronica

* Enrico Molteni (Tre Allegri Ragazzi Morti): basso

* Karim Qqru (Zen Circus): batteria

Inoltre sono previsti ospiti speciali che, salendo sul palco, arricchiranno le possibilità improvvisative di questo irripetibile concerto.

Venerdì 4 dicembre | Colombre | € 10

Tre anni fa il suo album di esordio Pulviscolo, anticipato dal fortunato singolo Blatte (che vedeva un prestigioso, quanto raro, featuring di IOSONOUNCANE), aveva catalizzato l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori per l’eleganza della scrittura e degli arrangiamenti. Colombre, al secolo Giovanni Imparato, non ha però avuto fretta di tornare. Si è preso il tempo per scrivere e arrangiare (oltre che per produrre Deluderti di Maria Antonietta e fare un tour come chitarrista di Calcutta nel 2019) il nuovo album, uscito a marzo per Bomba Dischi.

FACEBOOK: facebook.com/ilcircolodellamusica/

INSTAGRAM: instagram.com/circolodellamusica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *