“NON SI SA COME” di Luigi Pirandello all’ESTATE SFORZESCA di Milano

Dopo la rassegna “Teatro a CieloAperto” che ha riaperto con gioia e coraggio al pubblico, dopo il lungo periodo di lockdown, le porte del cortile del PACTA SALONE, la Compagnia PACTA . dei Teatri non si ferma. L’8 luglio, nell’ottava edizione dell’Estate Sforzesca 2020 “Un palcoscenico per Milano”, andrà in scena NON SI SA COME l’ultima opera teatrale compiuta di Luigi Pirandello, con la regia di Paolo Bignamini, una produzione PACTA . dei Teatri presentata con successo nella prima parte della stagione al Pacta Salone. In scena Matteo Bonanni, Maria Eugenia D’Aquino, Riccardo Magherini, Alessandro Pazzi, Annig Raimondi, con la regia di Paolo Bignamini.

Ultima opera teatrale compiuta di Luigi Pirandello, Non si sa come viene scritta nel 1934 e rappresentata per la prima volta in Italia nel 1935. Il dramma scandaglia la vicenda del conte Romeo Daddi: l’uomo tradisce, durante un improvviso momento di debolezza, la moglie Bice con Ginevra, consorte dell’amico di famiglia Giorgio Vanzi. Questo atto rievoca in Daddi un’altra colpa affogata in un passato lontano, un delitto di cui l’uomo non sente di portare la responsabilità, poiché accaduto “non si sa come”, ovvero senza che lui realmente lo volesse. La consapevolezza di questa sorta di “eccedenza” della realtà che sfugge al nostro controllo getta Daddi nello sconforto più profondo.

Questo nuovo allestimento del dramma pirandelliano prova a indagare le pieghe oscure suggerite dal ragionamento paradossale di Romeo Daddi: ben lungi dall’apparire “delitti innocenti”, i comportamenti umani che l’uomo non sa spiegare a se stesso portano invece a confrontarsi con quella parte di mistero che può destabilizzare e condannare, oppure redimere.

Un viaggio durante il quale si cercano le verità nascoste dei personaggi, indagando ciò che il testo sembra a tratti solo suggerire, mostrando allo spettatore un ideale backstage della storia narrata, “nella convinzione – spiega il regista Paolo Bignamini – che ogni rappresentazione porti con sé un pezzetto di verità, ma che la somma di questi frammenti non sempre possa esaurire la comprensione della realtà”.

Non si sa come, scandaglia una delle più brucianti contraddizioni della nostra esistenza:- continua Bignamini nelle note di regia – la distanza tra volontà e destino, tra ciò che scegliamo e ciò che non possiamo invece controllare. Il crollo delle certezze di Romeo Daddi, dopo che per una seconda volta si trova a rispondere alla propria coscienza di un’azione colpevole che non ha voluto, sgretola un intero mondo di convenzioni, forme, relazioni tra essere umani. Tutto perde improvvisamente di significato, regredisce a uno stato crudele, feroce, così come gratuito e spietato è stato uccidere una lucertola indifesa e ignara. La vita si presenta a chiedere il conto, improvvisa come l’arrivo di un terremoto e la sua forza prorompente scardina ogni possibilità di inquadramento formale”.

NON SI SA COME di Luigi Pirandello

adattamento Gianmarco Bizzarri

con Matteo Bonanni, Maria Eugenia D’Aquino, Riccardo Magherini, Alessandro Pazzi, Annig Raimondi

regia Paolo Bignamini

scene Anusc Castiglioni

luci Fulvio Michelazzi

costumi Nir Lagziel

assistente alla regia Marianna Cossu

produzione PACTA . dei Teatri

Durata 1h e 30’

INFO:

Spettacolo presso il Cortile delle Armi del Castello Sforzesco di Milano

Orario: 20.45

Biglietti: €10

Acquisto biglietti online: Vivaticket.com

Acquisto telefonico: 89.24.24 Pronto PagineGialle / 892.234 Vivaticket

Da noi puoi pagare anche con Satispay!

Per informazioni: www.pacta.org – mail biglietteria@pacta.orgpromozione@pacta.org – tel. 0236503740

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *