HELL O’ DANTE: Due canti dell’Inferno di Dante Alighieri raccontati da Saulo Lucci a Torino

HELL O’ DANTE
Due canti dell’Inferno di Dante Alighieri raccontati da Saulo Lucci, di e con Saulo Lucci, direzione tecnica Alberto Giolitti e Eleonora Sabatini

17 e 18 luglio 2020, ore 21:30 alla Casa del Quartiere di San Salvario a Torino

Hell O’ Dante è uno spettacolo di narrazione che affronta l’Inferno in 34 serate ognuna dedicata a un canto.
Attraverso una rigorosa ricerca e il commento di brani pop-rock suonati dal vivo, Saulo Lucci sviscera le terzine e i personaggi in esse racchiusi, la situazione storica e le pene tanto mirabilmente dipinte così come il pensiero dell’autore dando nuova vita a tutto ciò, per riconsegnare agli spettatori la bellezza di una commedia che merita più di ogni altra mai scritta l’attributo di Divina.
I due differenti spettacoli in programma alla Casa del Quartiere nell’ambito della stagione teatrale del Teatro Baretti (Meglio a teatro che male accompagnato) avranno la seguente scaletta:

17 luglioCanto XIII – Pier delle Vigne suicida
XIII Guardasigilli dell’imperatore Federico II, Pier delle Vigne è il protagonista del girone dei violenti contro se stessi e le proprie cose. Inferno XIII è uno dei più riusciti e di più alta poesia dell’intera Commedia in cui i piaceri del potere appaiono in tutta la loro inconsistenza tanto da spingere questi dannati alla distruzione dei propri beni e/o della propria stessa vita.

18 luglio: Canto XVIII – Ruffiani e seduttori
Il fascino che può suscitare l’arte della seduzione è emblematico di tutti gl’inganni perpetrati nei confronti dei propri simili. All’inizio dell’enorme cerchio dove sono puniti i fraudolenti è posto Inferno XVIII con ruffiani, seduttori e lusingatori divisi nelle prime due delle dieci Malebolge, colpevoli di avere approfittato del potere perseguito nell’esercizio dei piaceri.

 BIGLIETTI SONO IN VENDITA ONLINE
Ingresso 5€ (+0,50€ per diritto di prevendita)
Maggiori info CineTeatro Baretti Casa del Quartiere www.saulolucci.it

Saulo Lucci si diploma alla Performing Art University di Torino (PAUT) diretta da Philip Radice.

Le sue esperienze e competenze spaziano dal teatro di strada a quello di prosa, da Shakespeare al teatro dell’assurdo passando da Commedia dell’Arte, clown, parodie e teatro di narrazione.

Nel 2014, grazie alla smisurata passione (e all’altrettanto smisurata follia) che scopre di nutrire per la Divina Commedia, dà vita a un progetto dal titolo Hell o’ Dante: 34 diversi spettacoli ognuno dedicato a un canto dell’Inferno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *