EVERGREEN FEST 2020 IL FERRAGOSTO A TORINO CON VITELLONI ORCHESTRA – BANDAKADABRA E LELE ROMA

L’ultimo fine settimana di Evergreen Fest è un ferragosto musicale all’insegna dell’ironia.
Si parte venerdì 14 luglio (ore 21.30) con I Vitelloni Orchestra, gruppo che ripercorre il rock e pop degli anni ’50 e ’60, la musica che faceva ballare ed emozionare nonni e genitori, ma canticchiata e conosciuta ancora molto bene da figli e nipoti. Sabato 15 agosto (ore 21.30) il parco della tesoriera viene animato dalla BandaKadabra, una vera orchestra da passeggio che unisce l’energia delle formazioni street al sound Rocksteady, balkan, swing, in un concerto fortemente ironico che combina musica e cabaret. Domenica 16 agosto si apre alle 20.00 con il talento di Cose nostre duo, mentre alle 21.30 nell’ultima puntata di Flashback Sofà Lele Roma racconta la Torino degli anni Ottanta. Inoltre nell’ultimo giorno di Festival, Tedacà organizza un flash mob a partecipazione libera, per salutare nel migliore dei modi questa quinta edizione di Evergreen Fest.

Tutti gli appuntamenti si svolgono presso il Parco della Tesoriera (corso Francia 186-192, Torino), con ingresso gratuito. Si consiglia la prenotazione al numero 334.8655865 (dalle 15.00 alle 19.00) o alla mail prenotazioni@evergreenfest.it. Il calendario completo è su www.evergreenfest.it.

Evergreen Fest è un progetto di Tedacà, con il sostegno di Città di Torino e Fondazione per la Cultura, nell’ambito di Torino a Cielo Aperto;main sponsor Iren. In collaborazione con Corto Circuito, Piemonte dal Vivo, Regione Piemonte e TAP; in collaborazione con Fertili Terreni Teatro, Associazione Coordinamento Musicale, Coordinamento Torino Pride, ViviBalon ed Eco della Città di Paolo Hutter, con il patrocinio della Quarta Circoscrizione e con la media partnership di Radio Energy.  
Evergreen Fest è un progetto selezionato dal bando Corto Circuito 2020 – Piemonte dal Vivo.

I Vitelloni Orchestra

Venerdì 14 agosto I Vitelloni Orchestra propongono le canzonidegli anni ’50 e ’60, la musica che faceva ballare ed emozionare nonni e genitori, ma canticchiata e conosciuta ancora molto bene da figli e nipoti.  Assistere a un loro concerto significa fare un viaggio nella storia della canzone italiana, attraverso tutti gli stili che ne hanno caratterizzato l’evoluzione. Dallo swing del Quartetto Cetra, fino al rock raffinato di Lucio Battisti, passando per il jazz da night club, il rock’n’roll, il beat e il sound caraibico, I Vitelloni fanno rivivere le atmosfere della miglior canzone italiana.

Difatti, grazie a ironici e originali arrangiamenti, la musica di Fred Buscaglione, Caterina Valente, Adriano Celentano, Renato Carosone e molti altri, trova nuovo respiro in uno spettacolo coinvolgente e ricco di divertimento. Il progetto I Vitelloni Orchestra è curato da Simone Costrino, cantante, polistrumentista e arrangiatore, diplomato al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano in canto jazz e grande appassionato di musica sixties e jazz italiano.

Bandakadabra

Sabato 15 agosto (ore 21.30), rocksteday, balkan e swing si incontrano in un’orchestra che unisce l’energia delle formazioni street al sound delle big band anni Trenta. Nata a Torino, la Bandakadabra vanta una frenetica attività live che l’ha portata a esibirsi sia in Italia che nel resto d’Europa e a guadagnarsi una crescente attenzione da parte degli appassionati, grazie a un mix riuscito di musica e cabaret e a uno spettacolo da palco e da strada capace di conquistare qualsiasi tipo di pubblico.

Da Suoni delle Dolomiti al Paleo Festival, passando per l’Edinburgh Jazz & Blues Festival, l’Udin Jazz e il Festival della Mente, in soli quattro anni la Bandakadabra ha collezionato più di trecento repliche in Italia e nel resto d’Europa, in particolare nel 2016 alla Banda vengono affidati gli interventi comico-musicali della Quarantesima edizione del Premio Tenco, attirando l’attenzione del pubblico e degli operatori di settore.

I loro disco-live (Entomology Vol. I e II) è stato “disco della settimana” su Fahrenheit (Radio Rai Tre) ed è stato trasmesso nelle radio di tutto il mondo. Inoltre, negli anni la Bandakadabra ha avuto modo di dialogare creativamente in veste di backing band e di dividere il palco con artisti provenienti da generi diversi, tra i quali Goran Bregovic, Vinicio Capossela, il poeta Guido Catalano, Samuel, e il rapper Willie Peyote.

L’ultima domenica di Evergreen Fest si apre alle 11 con Venezia e il Gran Tour in Italia di Incamto, concerto di musica classica a cura di Coordinamento Associazioni Musicali, alle 12.30 Tedacà serve il pranzo della domenica, a cui segue alle 16.30 Mostri e domatori, spettacolo di acrobatica adatto a bambini e famiglie. La musica torna alle 20.00 con Ale, AleAlle e Miriam Ulivi in Cose nostre, un concerto con alcuni dei loro pezzi originali, antiche canzoni italiane in una nuova versione e una selezione di brani, saltellando tra grunge e cantautorato nostrano, il tutto eseguito in trio con voce, chitarra e percussioni. Segue dalle 21.30, l’ultima puntata di Flashback sofà, format ideato e condotto da Lele Roma, una sorta di radio fatta dal vivo, un  viaggio  nel mondo del rock, soprattutto attraverso i costumi del periodo raccontato, dalla moda alla  tv, al cinema, fino ai resoconti dei giornali (cronaca  nera, bianca e anche rosa). In questa puntata, Lele Roma utilizza parola, musica e video per raccontare la Torino degli anni Ottanta.

Nell’ultima sera di Evergreen Fest, Tedacà saluta la quinta edizione con un flash mob a cui tutti possono partecipare, perché non bisogna essere dei ballerini ma basta sola avere voglia di divertirsi e creare insieme una coreografia. La performance viene provata nel pomeriggio per poi andare in scena alle 21.30, prima di Flashback Sofà.

Tedacà organizza Evergreen sin dalla prima edizione. Nata nel 2002, l’associazione svolge attività di produzione, programmazione, formazione artistica e culturale, con particolare attenzione ai temi della contemporaneità, in un’ottica di accessibilità e welfare della cultura. Conta oggi oltre 450 soci e uno staff di 13 persone. Dal 2006 gestisce Bellarte,
spazio pluri-artistico situato nella IV Circoscrizione di Torino, divenuto teatro e polo culturale di riferimento per il territorio, in cui realizza corsi di teatro, danza, musica e canto e una stagione teatrale, arrivata alla tredicesima edizione, aperta sia a giovani realtà emergenti e del territorio, sia ad artisti di fama nazionale e internazionale.

Negli anni la capacità progettuale e organizzativa di Tedacà è stata riconosciuta e premiata dai principali bandi nazionali, come ad esempio Funder35, per le migliori imprese culturali giovanili, e MigrArti, finanziato dal MIBACT. Oltre alle cinque edizioni di Evergreen Fest, l’associazione ha inoltre organizzato il Festival di Nuova Drammaturgia “Il Mondo è ben fatto”, insieme alla rete Fertili Terreni Teatro, e le due edizioni del Festival delle Migrazioni, organizzate insieme ad A.C.T.I. Teatri Indipendenti e Almateatro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *