“La Danza Nera” di Mauro John Capece arriva il 18 dicembre sulle principali piattaforme streaming, dopo il grande successo nei festival cinematografici

Il 18 dicembre, grazie a Minerva Pictures, arriva sulle principali piattaforme on demand il film “La Danza Nera” di Mauro John Capece.

Il lungometraggio, coproduzione internazionale Italia-Canada, prodotto da Stemo Production, Evoque Art House e Odflix, dopo il posticipo dell’uscita nelle sale cinematografiche percorre la “nuova via” dello streaming per fronteggiare le chiusure derivanti dal Covid – 19 e regalare al pubblico una storia adrenalinica ed emozionante.

L’opera, in uscita contemporaneamente in Italia e in Canada, è ambientata tra l’Abruzzo, il Lazio, le Marche e la Puglia.

La storia a tinte noir ha per protagonisti un politico, sindaco brillante e benvoluto dai suoi concittadini, candidato alla Camera, e una ballerina laureata, delusa e controcorrente: il divario generazionale tra i due dà vita a un thriller avvincente e violento, ricco di colpi di scena e di salti temporali.

La Danza Nera, che ha già conquistato la critica con 27 award ricevuti nei festival cinematografici, è un’opera esteticamente sontuosa e dal gusto internazionale, in grado di rimarcare il genere political thriller divenuto molto in voga negli anni ’70 grazie a Petri, a Germi e a Pasolini, registi a cui il film è dedicato.

Un cast stellare e di qualità completa la narrazione: Corinna Coroneo, Franco Nero, Flavio Sciolè, Daphne Scoccia, Adrien Liss, Michela Bruni, Giorgia Trasselli, Ladislao Liverani e Gabriele Silvestrini danno vita a personaggi in grado di raccontare il perverso mondo de La Danza Nera.

Il regista Mauro John Capece dichiara in merito all’uscita sulle piattaforme online: “mi dispiace molto non essere nelle sale ma abbiamo già posticipato l’uscita a causa del Covid sia a aprile che a novembre e non si può più aspettare. Al contempo, sono estremamente felice, dico estremamente felice, di uscire sulle piattaforme e di farlo a Natale! Sappiamo che si tratta di un periodo in cui vengono rilasciati i film più importanti e per questo gioisco sia per me e, soprattutto, per tutte le persone che mi hanno supportato in questo meraviglioso progetto.

La Danza Nera è l’ultimo tassello della “trilogia della riflessione”, un ciclo di film che comprendeva anche La Scultura e SFashion.

Qui faccio un viaggio, senza troppi fronzoli, nella mente di una donna della mia generazione e dentro la sua rabbia che è, anche, il grido di vendetta delle generazioni nate dopo i settanta, che hanno visto i loro diritti svanire lentamente a causa della corruzione imperante della classe politica. Ma fino a che punto è lecito ribellarsi in modo violento contro i soprusi?”.


NOTA DEL REGISTA

La politica è da anni al centro degli interessi degli italiani che stanno reagendo in modo divisivo alla pressione mediatica.

La politica sta diventando sempre più “Spettacolo” e sempre meno “Arte del Governare”. Il populismo e l’astensione hanno preso il posto dell’impegno sociale e dell’attivismo ma alla base dei discorsi politici ci sono sempre gli stessi concetti: l’eterna lotta tra i conservatori e i rivoluzionari.

LA DANZA NERA fra il vecchio e il nuovo è come la lotta fra due forze contrapposte: si lotta per ottenere la conservazione o il cambiamento e i nostri personaggi danno vita a una danza violenta.
Manola e il Sindaco parlano spesso di etica e di morale, dell’odio che la generazione dei trentenni e quarantenni italiani nutre nei confronti delle autorità e LA DANZA NERA utilizza questo aspetto  per creare un’opera cinematografica avvincente e piena di suspense che si affranca da una dimensione propriamente sociologica e culturale per diventare un thriller mozzafiato in cui la storia si compone  come un puzzle.

One thought on ““La Danza Nera” di Mauro John Capece arriva il 18 dicembre sulle principali piattaforme streaming, dopo il grande successo nei festival cinematografici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *