I premi per “Il tempo che insegna” con Stefano Saccotelli

Teatri e cinema ancora chiusi: è dunque dalla rete che arrivano le maggiori soddisfazioni per i professionisti dei due settori. Tra queste i premi ricevuti da “Il tempo che insegna”, l’ultimo cortometraggio di cui è protagonista l’attore torinese Stefano Saccotelli: il film, prodotto da Sangre Malo Film (col patrocinio di Padova Film Commission) per la regia di Giacomo De Bello, prosegue il suo percorso tra i vari concorsi e festival internazionali: molti dei quali si tengono forzatamente sulle piattaforme web, proprio a causa dell’impossibilità di utilizzare gli spazi abituali.

Due sono i contest che hanno già premiato il corto come miglior opera italiana: i Florence Film Awards e il Reale Film Festival, che a scadenza mensile selezionano il meglio della produzione cinematografica indipendente: quest’ultimo ha anche aggiunto il riconoscimento come miglior regia. Ma non solo: “Il tempo che insegna” ha anche ricevuto una menzione speciale al Vesuvius International MFF October 2020, è stato finalista del mese ai Venice Film Awards e selezionato in altri delle principali rassegne online, come Prisma e Lift-Off Global Network.

Questi riconoscimenti hanno prodotto un altro traguardo: il film è stato infatti venduto alla piattaforma internazionale di corti indipendenti ShortsTV, inclusa nel pacchetto dei principali vettori pay-per-view (Amazon Prime), ed è da qualche giorno anche disponibile on demand sul portale dedicato Vimeo e il sito www.sangremalo.it.

Anche un altro cortissimo con protagonista Stefano Saccotelli sta facendo incetta di consensi: si tratta di “Una nuova forte primavera”, scritto e diretto da Luciano Urietti e Luca G. Gabriele, che da oltre tre anni continua a essere selezionato nei contest internazionali. Al premio La Memoria Corto Fiction di Chianciano Terme, si sono recentemente aggiunti il riconoscimento speciale fuori concorso al premio Poesia Granata di Torino e la menzione speciale al Short Shot Fest di Mosca ed al Calcutta International Cult FF.

Parlando infine di produzioni maggiori, il 2021 di Saccotelli si è aperto con il debutto internazionale della serie “Masantonio”, con protagonista Alessandro Preziosi nei panni di un incaricato dal prefetto di polizia di risolvere casi di scomparsa: trasmessa in Francia da Canal+ il lunedì alle 20,50, prima di esordire prossimamente in Italia su Mediaset. Nel quarto episodio, Stefano è tra i protagonisti di puntata, “…in un ruolo – dice senza ovviamente spoilerare – intrigante e un po’ ambiguo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *