“PARADISO DELL’INFERNO”: lettura scenica di Jacopo Squizzato al Castello di Miramare di Trieste il 3 e il 4 luglio 2021

“PARADISO DELL’INFERNO”

Lettura scenica di Jacopo Squizzato

con
Stefania Ventura, Luca Negroni, Malvina Ruggiano, Emma Nicole Morganti

regia Jacopo Squizzato

con il patrocinio del Comitato nazionale Dante 700
coproduzione Golden Show -Associazione Tinaos Trieste

Malvina Ruggiano

Il 3 e 4 luglio al Castello di Miramare di Trieste ore 18.15 (replica ore 20.15), andrà in scena lo spettacolo “Paradiso dell’inferno” di Jacopo Squizzato con Stefania Ventura, Luca Negroni, Malvina Ruggiano, Emma Nicole Morganti, regia di Jacopo Squizzato. Lo spettacolo è stato realizzato con il Patrocinio del Comitato Nazionale Dante 700, in coproduzione Golden Show – Associazione Tinaos Trieste e ha come Media Partner Il Messaggero.

Una lettura in forma scenica che testimonia la necessità della più immateriale delle arti: la poesia. Nel ghetto di Theresienstad venne allestito un vero e proprio teatro in cui artisti e intellettuali ebrei da tutta Europa si esibirono durante il corso della loro prigionia. Da lì partivano i treni diretti ai campi di sterminio. La famiglia Summer incontra l’opera dantesca in un contesto disumano. Il paradiso di Dante viene calato nel cuore nero del Novecento. Alice, madre di Lenka dopo aver affrontato la deportazione della madre ad Auschwitz si prefigge come compito quelli di impararsi l’intera Divina Commedia a memoria. Un canto di ribellione il suo, atto a costruire un muro d’amore attorno all’infanzia della figlia. I versi del sommo poeta si dimostrano il terreno su cui germogliano nuove speranze di bellezza.

Le luci sono di Giacomo Cursi, i costumi di Martina Piezzo e le musiche di Riccardo Moccia. La quindicenne Emma Morganti è la nipote di Luigi De Filippo ed è al suo debutto…una tradizione che continua. 

Date spettacolo:

3 e 4 luglio – al Castello di Miramare di Trieste ore 18.15 (replica ore 20.15)
9 luglio ore 21 al Parco Piuma di Gorizia 
7 e 22 luglio al Circolo della Pipa di Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.