Venerdì 1 aprile 2022 al Teatro Le Sedie di ROMA sarà in scena “TOSCA” di Giacomo Puccini

Venerdì 1 aprile 2022 alle 20.30

Teatro Le Sedie in Via Veientana Vetere, 51 -ROMA

DIREZIONE ARTISTICA ANDREA PERGOLARI

L’Associazione Musicopaideia

Presenta

TOSCA

Melodramma in tre atti

Libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

Musica di Giacomo Puccini

Maestro concertatore al pianoforte Sara Ferrandino | Regia Andrea Pergolari | Scene Erika Cellini

FLORIA TOSCA, cantante/ Soprano
Anna Bruno
MARIO CAVARADOSSI, pittore / Tenore
Marcello Pierini
IL BARONE SCARPIA, capo della Polizia/baritono
Angelo Nardinocchi
CESARE ANGELOTTI, Basso
Cristian Germàn Alderete
SAGRESTANO, Baritono
Silvio Riccardi
SPOLETTA, Agente di Polizia/Tenore
Maurizio Ceccarelli
SCIARRONE, Gendarme/basso
Silvio Riccardi
UN CARCERIERE, Basso
Fabrizio De Antoni
UN PASTORE, Soprano
Elena Nardinocchi
UN SERGENTE
Stefano Sarra


Il quadro della Maddalena per il I atto è gentilmente fornito dalla pittrice Luisa Ciampi

Venerdì 1 aprile, alle 20:30, al Teatro Le Sedie va in scena l’opera lirica con la celebre “Tosca” di Giacomo Puccini, prodotta dall’Associazione Musicopaideia, per la regia di Andrea Pergolari.

Fra i protagonisti dello spettacolo, proposto nella riduzione per voce e pianoforte con il Maestro concertatore Sara Ferrandino, il soprano Anna Bruno è la diva Floria Tosca, il cui amante, il pittor Mario Cavaradossi,  è interpretato dal tenore Marcello Pierini e, a chiusura del tragico triangolo amoroso, il ruolo antagonista del Barone Scarpia, cantato dal baritono Angelo Nardinocchi. L’opera, che il Maestro Puccini compose per la Città Eterna, è una storia di amore e morte, splendore e decadenza sul côté della Roma papalina di fine Ottocento, reduce dalla caduta della Prima Repubblica Romana e divisa tra bonapartisti e sostenitori del Papato.

Sant’Andrea della Valle, Palazzo Farnese, Castel Sant’Angelo: sono questi  i luoghi di “Tosca”, che ne scandiscono gli atti e rendono Roma con le sue atmosfere (le campane, i canti liturigici, il Te Deum), il cuore pulsante dell’intera opera. Ispirandosi all’omonimo dramma di Sardou, Puccini evita di descrivere musicalmente molti particolari della cornice storica che avrebbero rallentato il corso dell’azione, e si focalizza sul tema dell’amore perseguitato e sul mutamento degli stati d’animo dei suoi personaggi: la musica alterna armonie dissonanti, come quelle che accompagnano l’ingresso del sadico Scarpia restituendone l’indole malvagia, al lirismo delle melodie dei duetti d’amore tra Tosca e Cavaradossi, per culminare nelle celebri romanze (Vissi d’arte, Recondita Armonia, E Lucevan le stelle) che hanno sancito il successo di quest’opera negli anni.

Considerata l’opera pucciniana più drammatica, “Tosca” avvince e conquista il pubblico con i suoi colpi di scena e per l’attenta rappresentazione musicale delle passioni umane e delle usanze storiche della Roma del 1800 con tutte le sue contraddizioni di ieri come di oggi, tra sfarzi, liturgie e peccati.

TEATRO LE SEDIE
info@teatrolesedie.it
3201949821
Pagina Facebook Teatro Le Sedie
Pagina Instagram Teatro Le Sedie

MUSICOPAIDEIA
info e prenotazioni:
info@musicopaideia.com
3402996690

TEATRO LE SEDIE

Tante Sedie, tante Persone, tanti Spettatori, ognuno con una propria identità da raccontare, da mettere in gioco e da condividere: ecco la raison d’être  del “Teatro Le Sedie”, il cui nome trae ispirazione dalla celebre farsa tragica di Eugène IonescoLes Chaises”.

Situato nel quartiere Labaro, nella periferia settentrionale di Roma, il teatro è nato nel 2010, a seguito della vittoria del Bando per l’accesso al Fondo della creatività, istituito dalla Provincia di Roma e, dal 2012, è gestito dall’associazione culturale “Il Rinoceronte”, il cui Presidente e Legale Rappresentante, nonché Direttore Artistico del teatro, è Andrea Pergolari.

L’atto di nascita del “Teatro Le Sedie” si contraddistingue per la collaborazione con alcune aziende friulane (Beltramini, Billiani, Blifase, Itf Design, Tonon, La Furlana e Crassevig) che hanno composto la colorata platea con sedie diverse l’una dall’altra, ideate da designers e architetti di fama internazionale: sedie variopinte che diventano simbolo del teatro come spazio di condivisione, la cui identità è data dall’insieme di tutti i partecipanti con le loro storie ed esperienze, arricchite dall’incontro e dal confronto con l’altro.

Il “Teatro Le Sedie” si afferma così, come centro creativo, culturale e sociale in un quartiere periferico carente di punti di aggregazione per la comunità e, a tal scopo, affianca al cartellone degli spettacoli, percorsi di formazione nel campo del teatro, della musica e della danza a giovani, adulti e anziani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.