Roma Fringe Festival: Il 19 e 20 luglio 2022 al Teatro Vascello di Roma sarà in scena “BERLINO NON È TUA” con Turi Moricca

BERLINO NON È TUA

Di Alejandro Moreno Jashés

con Turi Moricca

Regia di Alessio Pizzech

Musiche Dario Arcidiacono

Traduzione Gian Maria Cervo e Alberto Pichardo y Gallardo

Produzione Sicilia Teatro e Castellinaria

19 luglio 2022 ore 22 e 20 luglio 2022 ore 19

Teatro Vascello di Roma

Un racconto emotivo di una storia finita, alla ricerca di tracce e oggetti che la raccontino e di una città con tutta la sua storia che ne è stata lo scenario. Pretesto così per raccontarsi e mettere a confronto la propria identità personale con quella collettiva che un luogo rappresenta; una storia che riguarda ognuno di noi, uomini e donne, quando poeticamente ci confrontiamo con la forza del ricordo e della memoria quasi a dirci che ricordare è un dovere verso noi stessi e verso i nostri amori. Mai rappresentato in Italia, questo testo mi affascina per la sua forza evocativa legata ad un luogo come Berlino segno di un’Europa alla ricerca di sé stessa e della propria identità, una città appunto che ha fatto della memoria il proprio slancio verso il futuro. Affidato ad un giovane e vibrante interprete come Turi Moricca si rivolge ai giovani, proprio a loro, che spesso fuggono dalla necessità di ricordare rimuovendo per paura le proprie fragilità che mette in luce un amore finito ; il protagonista invece mostra loro come si debba e si possa elaborare il lutto di un amore finito.

Alejandro Moreno Jashés (Santiago, 1975). Nato durante i primi cinque anni di militarismo, appartiene all’insieme di drammaturghi che, educati alla dittatura, si sono avvicinati al mondo intellettuale cileno negli anni 2000. Situato in questo contesto, Moreno – come i suoi coetanei – esibisce un curriculum pieno di dimensioni creative : oltre ad essere drammaturgo (mente della compagnia Teatro el Hijo), ha conseguito una laurea in arte, con una menzione in Spettacolo teatrale presso l’Università del Cile, un videografo (autodidatta), un artista della plastica (riconosciuto per la sua versatilità nella produzione di artigianato di piccolo formato), e scrittore, nel senso più ampio del termine. Al suo Master in Filologia ispanica, assegnato dal Consiglio superiore per la ricerca scientifica di Madrid, ha conseguito lauree specialistiche in scrittura creativa e letteratura ispanica americana presso la New York University. Tra la sua vasta e diversificata produzione drammatica, spiccano i seguenti titoli: Cueca (1998), The Common Place (2000), Iphigenia (2001), Everyone Knows Who He Was (2001) e The Woman Hen (2003), pubblicato nel 2004 da CiertoPez— , Nord (2008, testo selezionato nell’antologia bicentenaria), L’amante fascista (2010), Pappagalli neri (2011, diretto da Manuela Infante), Berlino non è la tua (2011) e Spese di rappresentanza (2014). I suoi testi più recenti sono stati sistematicamente pubblicati sotto l’etichetta Sangría Editora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.