Domenica 25 ottobre si inaugura al Teatro dal Verme di Milano la 14a Stagione dell’Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali

Prende il via domenica 25 ottobre alle ore 11, al Teatro Dal Verme, la 14a Stagione dell’Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali, un ensemble composto da 60 giovani musicisti, tra i 7 e i 17 anni, provenienti dal Conservatorio di Milano e da altre Scuole e Accademie musicali cittadine: un progetto nato nel 2007 con l’obiettivo di per promuovere la cultura orchestrale tra i bambini avviati allo studio della musica.
La nuova stagione 2020-2021, organizzata in collaborazione con Finzi Academy, è composta da sette appuntamenti concertistici domenicali, con cadenza mensile, da ottobre ad aprile, tutti diretti da Daniele Parziani. Ogni concerto è dedicato a una fiaba o a un tema legato alla letteratura per l’infanzia e prevede la partecipazione di attori impegnati nella narrazione e la regia di Manuel Renga, così da accompagnare il pubblico – composto sin maggioranza da giovanissimi spettatori come i musicisti sul palcoscenico – fra favole e note nel modo più coinvolgente e emozionante.

Il primo concerto di domenica 25 ottobre anticipa di qualche giorno il clima “pauroso” della notte di Halloween ed è dedicato alla celebre favola dei Fratelli Grimm “Storia di uno che andò in cerca della paura”. Le voci recitanti sono quelle di Salvatore Alfano e Sara Dho. Le musiche eseguite comprendono un omaggio a Ludwig van Beethoven con la Romanza per violino e orchestra in Fa maggiore op. 50 affidata a Igor Riva – già prima parte dei Pomeriggi Musicali, guida appassionata dei giovani musicisti – e ancora una suite dalle pagine scritte da John Williams per i film di Harry Potter, un “mix da paura” scritto appositamente da Fabrizio Ferrari (The Witches and the Pumpkins – The Goblins – The Ghosts – The End of the Night), quindi il celebre Palladio del musicista gallese Karl Jenkins. Un programma che allude alle varie forme di paura (del contagio come dello stare insieme agli altri) visto attraverso l’uso pedagogico che se ne fa nelle fiabe tradizionali.
 
«Dopo 8 mesi rientrare al Teatro Dal Verme è emozionante – affermano Manuel Renga e Daniele Parziani – sentiamo i brividi nella schiena a camminare sul palco, mentre guardiamo l’enorme platea che sappiamo sarà riempita solo in una piccola parte. Ma questo non ci sconforta, poiché il teatro e la musica devono assolutamente vivere e resistere, devono continuare a farci pensare, riflettere, sognare e viaggiare (almeno con la fantasia). Dobbiamo resistere per i nostri giovani 60 musicisti, dobbiamo resistere perché solo l’arte, la musica e il teatro ci consentono di alleggerire il nostro animo, ammorbidirlo, mantenerci, chissà come, più umani».
 
La stagione proseguirà domenica 22 novembre (ore 11) con un’impressione nella lirica con L’elisir d’amore dei più celebre operista lombardo Gaetano Donizetti a pochi giorni dal suo “compleanno” il 29 novembre; domenica 20 dicembre (ore 11) con la favola Babbo Natale contro la Befana e musiche tradizionali delle feste; domenica 24 gennaio (ore 11) protagonista sarà Alice nel paese delle meraviglie di Carroll con musiche di Haydn e Bartók; domenica 28 febbraio (ore 11) ci sarà il balletto Coppelia di E.T.A Hoffmann in collaborazione con il Liceo Coreutico “Tito Livio” di Milano; per la domenica di primavera il 21 marzo (ore 11) Il piccolo principe di Saint-Exupéry con musiche di Mozart e Čajkovskij; l’appuntamento conclusivo domenica 18 aprile (ore 11) è dedicato invece alle favole di Esopo con musiche di Boccherini e Johann Strauss.

Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali
L’Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali nasce nel 2007 e si esibisce nello spettacolo di Francesco Micheli I Musicanti di Brema, che si è tenuto presso il Teatro Dal Verme di Milano nel marzo 2007. Il grande successo dello spettacolo spinse  la Fondazione I Pomeriggi Musicali in collaborazione con l’Associazione Culturale Sconfinarte ad istituire l’Accademia di Formazione Professionale Orchestrale I Piccoli Pomeriggi Musicali. L’Accademia nasce per promuovere la cultura orchestrale tra i bambini avviati allo studio della musica preparandoli all’esecuzione dei concerti della Stagione di Musica per i bambini, ma si pone anche lo scopo di appassionare le nuovissime generazioni al mondo della musica classica. L’esperienza degli ultimi anni ha infatti dimostrato che il pubblico di bambini si riconosce nei giovani esecutori sul palcoscenico e impara a sentire la musica come un’esperienza alla sua portata e non riservata al mondo degli adulti. Dell’Orchestra, che ha sede stabile presso il Teatro Dal Verme, fanno parte bambini e ragazzi in età compresa tra i 7 e i 17 anni provenienti dal Conservatorio di Milano e da varie Scuole ed Accademie Musicali milanesi. I giovani musicisti non si esibiscono unicamente presso il Teatro Dal Verme: nel corso dell’anno accademico hanno anche l’opportunità di fare esperienza della musica in tour esibendosi in altre prestigiose sedi come il Teatro degli Arcimboldi, i Laboratori Scala Ansaldo, l’Auditorium di Milano, Teatro Allianz, Museo del Novecento (nel prestigioso “Festival delle Cinque Giornate” di Milano), Teatro Sociale di Como, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Quirino di Roma (con registrazione del concerto da parte di Radio Vaticana), Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia, Auditorium di Maccagno, Teatro del Mare di Menfi, Teatro San Rocco di Seregno, Auditorium Salesiani di Recanati, Teatro Pasta-Giuditta di Saronno, Teatro Sociale di Stradella. Hanno avuto la possibilità di lavorare con grandi solisti e attori di fama quali, tra gli altri, Bruno Canino, Gabriele Cassone, Enrico Dindo, Francesco Salvi. Il compositore Alessandro Solbiati è stato autore di Crescendo, otto brevi brani in forma di studio per orchestra da camera, commissionata da I Pomeriggi Musicali. L’opera è dedicata all’Orchestra de I Piccoli Pomeriggi Musicali e ha visto Solbiati coinvolto in un progetto di “compositore residente”  per le stagioni musicali 2011/2012 e 2012/2013. Di questo lavoro è stato realizzato dall’Orchestra anche il CD dal titolo appunto Crescendo. Dal 2013 ad oggi il tema conduttore dei concerti delle stagioni è stato quello di narrare le favole classiche (fratelli Grimm, H.C. Andersen, favole tradizionali) in collaborazione con gli attori di Milano Teatri Scuola Paolo Grassi. Manuel Renga è il regista residente che firma e firmerà tutti gli spettacoli fino all’attuale stagione, la 14a, grande traguardo per la nostra compagine di giovanissimi che affronteranno anche la musica d’opera e di balletto. I Piccoli Pomeriggi Musicali sono Nucleo aderente al Sistema-Orchestre e Cori infantili in Italia e fanno parte di FuturOrchestra, l’Orchestra lombarda del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili in Italia patrocinata da Claudio Abbado, che ha debuttato il 29 maggio 2011 presso i Laboratori Scala Ansaldo sotto la guida di Daniele Rustioni durante il prestigioso evento “Costruire con la Musica” e che ha tenuto concerti in Teatri prestigiosi sotto la guida di Direttori e Solisti di chiara fama. L’Orchestra è considerata tra le realtà più interessanti nel panorama delle formazioni giovanili ed è alla sua quattordicesima stagione musicale realizzata in collaborazione con Finzi Academy. Direttore della formazione musicale è, dalla sua fondazione, Daniele Parziani.

Biglietti per i singoli concerti
Adulti 7 euro / piccoli 5 euro
In ottemperanza alla normativa per il contenimento del Covid 19, il posizionamento in sala dovrà tenere conto del distanziamento sociale.
La biglietteria è aperta dal martedì al sabato, dalle 11 alle 16.
 
Informazioni
Teatro Dal Verme
via San Giovanni sul Muro, 2 – 20121, Milano
Tel. 02 87 905 208 – www.ipomeriggi.it
Il servizio informazioni presso il Teatro Dal Verme è aperto dal martedì al sabato dalle 11 alle 19. La domenica dalle 11 alle 15.
Segui le pagine istituzionali facebook: @teatrodalverme @orchestraipomeriggimusicali @ipomeriggi

BIOGRAFIE

DANIELE PARZIANI

Daniele Parziani è, dalla fondazione nel 2007, il Direttore Musicale dell’Accademia de I Piccoli Pomeriggi Musicali, una delle più prestigiose realtà orchestrali giovanili italiane. Dirigendo e preparando I Piccoli Pomeriggi, ad oggi alla loro decima stagione concertistica, Daniele si esibisce regolarmente presso il teatro Dal Verme di Milano, ed è stato numerose volte ospite presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano. Nella stagione estiva del 2015 ha inoltre diretto l’orchestra de I Pomeriggi Musicali, e dirigendo entrambe le orchestre de I Piccoli Pomeriggi e I Pomeriggi ha registrato Crescendo, disco per Ema Records dedicato interamente a brani originali di Alessandro Solbiati. 

Laureatosi in direzione d’orchestra con Distinction presso la Newcastle University, in Inghilterra, gli è stata affidata per tre anni la direzione della Newcastle University Symphony Orchestra. È stato allievo vincitore di borsa di studio al corso di direzione d’orchestra del M° Gianluigi Gelmetti presso l’Accademia Chigiana di Siena. È attualmente dottorando presso il Royal Northern College of Music di Manchester, dove svolge una ricerca specialistica sulla direzione delle orchestre giovanili. Come ricercatore, Daniele ha pubblicato un articolo per Approaches ed ha presentato il suo lavoro all’Università di Cambridge, alla Conferenza Internazionale ISME a Thessaloniki e alla Vilnius University. 

Da sempre musicista eclettico, Daniele Parziani ha diretto l’Orchestra del Festival di Sanremo dal 2013 ad oggi, per gli artisti della Sugar: Raphael Gualazzi (qualificatosi secondo nel 2014 con The Bloody Beetroots – ospite speciale il leggendario batterista Tommy Lee), Malika Ayane (qualificatasi terza nel 2015, aggiudicandosi il Premio della Critica Mia Martini) e Giovanni Caccamo (vincitore assoluto della categoria Sanremo Giovani 2015, e classificatosi terzo nei Big in duetto con Deborah Iurato nel 2016). Per Malika Ayane, artista raffinata del panorama pop italiano con cui ha stretto una forte collaborazione artistica, Daniele Parziani ha arrangiato e diretto le parti orchestrali (eseguite dalla Czech National Symphony Orchestra) dell’album Ricreazione. Ha inoltre arrangiato una versione orchestrale inedita del singolo L’Anima Vola di Elisa, che è stata eseguita dall’artista in occasione di Radioitalia Live 2014. Ha diretto al Teatro Grande di Brescia l’operina La Parrucca di Mozart, scritta da Bruno de Franceschi e Lorenzo Cherubini alias Jovanotti, ed ha arrangiato i brani e diretto l’Orchestra Filarmonica Italiana all’Arena di Verona per gli artisti dello show televisivo Hip Hop Tv Arena (2014/15): Emis Killa, Fedez, Club Dogo e J-Ax. Daniele ha inoltre diretto l’Orchestra Filarmonica Italiana per Laura Pausini, in occasione della registrazione del videoclip e dello speciale televisivo di presentazione del disco Laura Xmas, Natale 2016.

Violinista per prima vocazione, si è formato al Conservatorio G. Verdi di Milano e alla Musikschule di Vienna, diplomandosi con il massimo dei voti. Si è inoltre perfezionato in musica da camera alla Musikhochschule di Amburgo, e con il Trio di Trieste alla Scuola Internazionale di Duino e all’Accademia Chigiana di Siena. È violinista cofondatore del NefEsh Trio, con cui svolge un’intensa attività concertistica, e ha suonato come solista e in diverse formazioni cameristiche per la Società dei Concerti di Milano, gli Amici del Loggione del Teatro alla Scala, Rai Radio Tre, il Teatro Regio di Parma, il Ravello Festival, il Teatro Greco di Taormina, la Guildhall School of Music di Londra, lo Stadt Casino di Basilea, il Palazzo dei Congressi di Madrid e in diverse altre sale e teatri in Italia e all’estero.

Daniele Parziani ha inoltre collaborato con famosi artisti del mondo musicale, teatrale e televisivo italiano, fra cui ama ricordare Enrico Dindo, Bruno Canino, Mario Brunello con Musicamorfosi, Milva con Tangoseis (con cui ha registrato un DVD dal vivo al Palau de la Musica Catalana di Barcellona), Lucia Bosé con Giovanni Nuti, il trio di Aldo Giovanni e Giacomo (per cui ha recitato/suonato nel film La Banda dei Babbi Natale), Francesco Salvi, Marco Della Noce ed Enrico Bertolino. Ha inoltre diretto e inciso gli archi per il film Tutti i rumori del mare del regista Federico Brugia, e ha diretto i musical scritti per I Piccoli Pomeriggi dal regista e direttore artistico Francesco Micheli.

SALVATORE ALFANO

Calabrese, originario di Amantea provincia di Cosenza, è nato il 2 giugno 1995. Altezza 180 cm, capelli neri, occhi verdi.

ESPERIENZA cinematografica

Sola in discesa (going down alone) — 2020 Cortometraggio contro la violenza sulle donne – regia di Michele Bizi & Claudia Di Lascia

One shot — 2019 Cortometrraggio scritto da Pietro Utili – Regia di Daniele Menghini

Due volte — 2017 Cortometraggio vincitore come “miglior cortometraggio” al Festival internazionale del film corto Tulipani di seta nera – Regia di Domenico Onorato

Delta — 2016 Cortometraggio – Regia di Yari Saccotelli

Natalie — 2015 Cortometraggio – Regia di Michele Greco

ESPERIENZA teatrale

Rigoletto – Giuseppe verdi — 2020 Progetto OperaDomani – Regia di Manuel Renga

La dodicesima notte – William Shakespeare – 2019 A cura di Carlo Cecchi – Regia di Giampiero Solari

vocazione – Mimmo Sorrentino – 2019 Progetto con il carcere di Vigevano – Regia di Mimmo Sorrentino

Radio clandestina – veronica cruciani — 2019 Tratto dal romanzo di Elsa Morante “Il Mondo salvato dai ragazzini “ –  Regia di Veronica Cruciani

Costruzione di una Maschera – Maria consagra — 2019 Il metodo Laban – Regia Maria Consagra

The birthday Party – Harold Pinter — 2019 Messo in scena in lingua originale attraverso Il metodo Michail Cechov – Regia Maurizio Schmitd

Delocalizzati – Antonio albanese — 2018 Laboratorio di scrittura, improvvisazione e infine messa in scena – Regia di Antonio Albanese

Metodo Linklater – kristin linklater  — 2018 Lavoro sul personaggio “Benedick” – “Molto rumore per nulla” – W.S. attraverso il metodo Linklater a cura di Margarete Assmuth

Contact improvvisation — 2017 L’utilizzo del corpo a contatto con un altro corpo a cura di Ariella Vidach

Dunsinane – David greig – 2017 Regia di Marco Plini

L’ispettore generale – Gogol – 2017 Regia di Alberto Romano Cavecchi

Commedia dell’arte — 2017 Tecniche d’improvvisazione con la maschera a cura di Michele Bottini

Arlecchino dirozzato dall’amore- marivaux — 2017 Regia di Massimo Navone

Metodo Lecoq – 2016 A cura del maestro Kuniaki Ida

Romeo e Giulietta – William Shakespeare – 2016 Messo in scena attraverso il metodo Vassiljev a cura di Marco Maccieri

Dov’è la strada per le stelle – Lucio Dalla – 2016 Progetto sul coro greco utilizzando la poesia del cantautore Lucio Dalla – Regia di Giampiero Solari

ISTRUZIONE

  • DIploma accademico presso la civica scuola di teatro Paolo Grassi di Milano
  • DIploma di maturita’ presso i.t.c. mortati di Amantea in ragioneria informatica

premi

  • Vincitore del Premio Hystrio alla vocazione – 2019
  • Vincitore del Premio Ausonia – migliore attore giovane emergente – 2018

Curiosità

È sempre stato un tipo atletico e gli piacciono tutti i tipi di sport. Balla hip hop, break dance e ha giocato a calcio con la squadra del mio paese. È un ottimo nuotatore e possiede, oltre alla patente di guida, la patente nautica entro le 12 miglia e il brevetto di bagnino. Durante la quarantena ha imparato a suonare l’ukulele, ha composto delle canzoni tratte da poesie che scrivo lui stesso. Adora la poesia. Gli piace cantare e correre tanto, forte.

SARA DHO

Dopo aver conseguito la laurea in Economia Aziendale, si diploma attrice nel 2012 presso Milano Teatro Scuola Paolo Grassi.
Nel corso della sua formazione ha avuto modo di incontrare fra gli altri Nikolaj Karpov, Ferruccio Soleri, Claudia Contin Arlecchino, Massimo Navone, Emiliano Bronzino, Adriana Innocenti, Piero Nuti, Alejandro Jodorowsky e Jean-Claude Carrière.
Nel 2018 recita in “Fattore Y – I Promessi Sposi al bivio” scritto e diretto da Paola Bigatto, nel 2017 in “Call of duty – Fake version” di Tatiana Olear con la regia di Manuel Renga e partecipa alla Biennale di Venezia sotto la direzione di Antonio Latella prendendo parte al College Teatro con la regista tedesca Anna-Sophie Mahler.
Nel 2015 è stata impegnata nel musical “Teen Dante” prodotto dalla RSI Svizzera con la regia di Mariella Zanetti, musiche di Giovanni Santini e direzione musicale di Francesco Bossaglia.
Ha partecipato per due anni consecutivi nel 2014 e 2015 al Festival Tramedautore con “Dayshift” di Darren Donohue e “Carbone attivo” di Nick Rongjun Yu presentati per la prima volta in Italia presso il Piccolo Teatro.
Nel 2013 è diretta dal regista Vincenzo Pirrotta ne “Le donne in Parlamento” di Aristofane presso il Teatro Greco di Siracusa.
Dal 2012 replica “Mistero Buffo e altre storie”, spettacolo di affabulazione realizzato con la supervisione di Dario Fo.
Insieme a Giulia Angeloni è attrice, regista e autrice dello spettacolo “Una notte assai lunga, indicibile – l’Odissea alle donne”, vincitore del premio come migliore spettacolo per la stagione 2017-18 del teatro A L’Avogaria di Venezia.
In ambito televisivo e cinematografico ha preso parte alla stagione 2012-2013 di “Crozza nel Paese delle meraviglie”, ad alcuni spot e cortometraggi, fra cui l’ultimo “Zombie” diretto dal regista Giorgio Diritti è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2020.
Particolarmente attiva anche sul fronte del teatro per ragazzi, dal 2013 è interprete nei concerti/spettacolo de I Piccoli Pomeriggi Musicali per il Teatro Dal Verme di Milano.
Docente di dizione e recitazione presso MAM – Musical Academy del Teatro Nazionale di Milano, conduce altresì laboratori teatrali per giovani, adulti e persone diversamente abili.
Si dedica inoltre al doppiaggio e speakeraggio.

IGOR RIVA

Conquistato dalla musica e dal suono del violino fin dai tre anni, compie gli studi musicali al Conservatorio di Milano, diplomandosi brillantemente all’ età di diciannove. Si perfeziona in seguito con Boris Belkin all’ Accademia Chigiana di Siena, dove ottiene il diploma di merito e viene scelto accanto a violinisti di primissimo piano nel panorama solistico internazionale per l’ esibizione nei concerti finali. Franco Gulli in una lettera di presentazione gelosamente conservata scrive di lui: “Brillante virtuosismo, suono chiaro e potente e notevolissima comunicativa fanno di Igor un artista particolarmente interessante”. E’ stato scelto come unico allievo italiano per partecipare ad un master con Shlomo Mintz a Firenze e si è diplomato con l’ eccellenza e menzione speciale presso l’ Accademia Superiore “Perosi” di Biella con Ana Chumachenco, insegnante presso la Musichochschule di Monaco di Baviera e Roberto Ranfaldi, primo violino dell’ Orchestra sinfonica nazionale della RAI. Vincitore di numerose rassegne e concorsi nazionali ed internazionali, tra cui Vittorio Veneto in tre edizioni, nonché di borse di studio come quella del Rotary Club e della SIAE per i migliori studenti dei conservatori, si dimostra fin da giovanissimo musicista quanto mai completo e versatile. Da quindicenne si esibisce nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano con il concerto K 216 di Mozart con l’ orchestra del Conservatorio. Si esibisce regolarmente come solista abbracciando anche importanti esperienze formative per i ragazzi come “I Piccoli Pomeriggi” e “FuturOrchestra”, realtà appartenenti al Sistema di Abreu patrocinato da Claudio Abbado. Si dedica molto volentieri alla musica da camera, in recitals per violino solo, in duo col pianoforte, in trio con pianoforte. Ha collaborato con prestigiose orchestre come i “Solisti Veneti”, l’ Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e la Filarmonica della Scala, con direttori quali Lorin Maazel, Riccardo Muti, Wolfgang Sawallisch, prendendo parte ad importanti concerti e tournèe in Europa, Russia, Cina e Giappone. Attualmente è stabilmente prima parte dell’ orchestra “I Pomeriggi musicali di Milano”.

MANUEL RENGA

Attore e regista, si diploma al corso di regia della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 2013, studia tra gli altri con Renata Molinari, Massimo Navone, Josè Sanchis Sinisterra, Maria Grazia Gregori e Tatiana Olear. Nell’aprile 2013 partecipa al concorso “Nuova finestra sulla drammaturgia tedesca”, promosso dalla Scuola Paolo Grassi, e viene selezionato come regista di “Il Cane, la notte e il coltello”, di Marius Von Mayenburg, in scena al Piccolo Teatro di Milano e al festival Vie di Modena, teatro della Cooperativa a Milano, Teatro dell’orologio a Reggio Emilia e a Brescia. La stagione teatrale 2014 comprende alcune produzioni di cui firma la regia: “Portami in un posto carino” (menzione premio Hystrio scritture di scena) e “Assassine” di Tobia Rossi in scena al teatro Libero di Milano. Viene selezionato da Residenza Idra/Teatro inverso per una residenza che prevede il debutto dello spettacolo “La mia massa muscolare magra” di Tobia Rossi all’interno del Wonderland Festival 2014, presentato poi in settembre alla rassegna Tramedautore presso il Piccolo Teatro di Milano, presso Teatro Libero a Milano e selezionato per il Torino Fringe Festival. Nella stagione 2014/2015 è assistente alla regia di Massimo Navone per il progetto “Storia di Q” di Dario Fo e Franca Rame e di Tatiana Olear per “Best Of”, (debutto al festival Tramedautore al Piccolo Teatro di Milano), “Storia di Qu” poi sarà nella stagione del Piccolo Teatro di Milano e del Teatro di Fiume. Nella stagione 2015 cura la regia di “Per una donna” di Letizia Russo, produzione ATIR Teatro Ringhiera, con la supervisione di Serena Sinigaglia e di “Bagnati” di Tobia Rossi, produzione Teatro Libero Liberi Teatri, Milano. Nell’autunno 2015 firma la regia di “Carbone attivo” per il Festival Tramedautore 2015; si dedica poi alla produzione di “Testastorta la storia inventata” insieme all’autrice del romanzo da cui è tratto, Nava Semel, spettacolo che resta in tournée in tutta Italia fino al 2018 finalista al premio INBOX verde 2017. È finalista con il progetto “Call of Duty Fake Version” di Tatiana Olear al premio Lidia Petroni 2016 (Brescia), progetto selezionato per il Festival Innesti, organizzato da Outis Centro nazionale di drammaturgia Contemporanea (Milano) e messo in scena poi a Teatro Libero (Milano). Nel 2017 segue drammaturgia e regia di “Nuovo Eden” con Jessica Leonello, progetto finalista in diversi concorsi nazionali, menzione speciale al Festival di drammaturgia Contemporanea Taga d’Off, vincitore del Crash test 2018, selezionato dal Festival Internazionale del teatro di figura Arrivano dal Mare di Rimini 2018 e vincitore del premio ENDAS Teatro delle Briciole Parma, in tournée nel 2017/2018. Nel 2018 firma la regia di “Romeo e Giulietta” (CHRONOS3), “La cosa Brutta” (di Tobia Rossi, finalista premio Hystrio scritture di scena 2016, compagnia CHRONOS3 in coproduzione con La Memoria del Teatro di Catania), “Kobane” (di Fabio Banfo), “1968 Juke Box” (produzione Fondazione Aida, Verona), “Come Giacomino del lago salvò il pianoforte del Maestro Puccini” (coproduzione Festival Pucciniano Torre del Lago e Pomeriggi Musicali di Milano).
Il progetto “Quattro Granelli di Pepe” firmato insieme a Jessica Leonello è selezionato dal progetto Cantiere Incanti e debutterà al Festival internazionale del teatro di figura di Torino nell’ottobre 2019. Nel 2019 firma la regia, l’adattamento drammaturgico e il progetto didattico dell’opera lirica “Elisir d’amore”, progetto Opera Domani prodotta da AsLiCo (Como), Théâtre des Champs Elysées (Parigi) e Opéra de Rouen, con oltre 140 repliche in tutta Italia. Lo spettacolo sarà alla Royal Opera House di Muscat (Oman) e sarà riallestito con cast francese nei teatri coproduttori a
Parigi e Rouen nel gennaio 2021.
Nel 2019 è assistente alla regia di Graham Vick per “Don Giovanni” produzione Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2020 firma la regia, l’adattamento drammaturgico e il progetto didattico dell’opera lirica “Rigoletto”, progetto Opera Domani prodotta da AsLiCo (Como) in collaborazione con il Bregenzer Teater Festspiele. Nell’autunno 2020 firma la regia di “Traviata” per il Festival Verdi e Verdi Off a Parma. È autore dello spettacolo “Borders are open” performance con cuffie Wireless prodotta dal festival Verdi che unisce i Quattro pezzi sacri di Verdi con alcune testimonianze di migranti bloccati nel campo di Lesbo durante il lockdown del 2020. Dal 2013 è fondatore e membro stabile della compagnia teatrale CHRONOS3 di Milano, selezionata due volte per il bando NEXT regione Lombardia 2017 e 2020 e vincitrice del Bando FUNDER35 di Fondazione Cariplo 2017-2019. Dal 2013 collabora con la direzione artistica di Isolacasateatro a Milano e con la stagione dei Piccoli Pomeriggi Musicali di Milano presso il Teatro Dal Verme per i quali cura gli adattamenti drammaturgici e le regie dei concerti/spettacolo della stagione. Dal 2016 è co-direttore artistico del Teatro Libero di Milano con Corrado Accordino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *