Dall’8 al 20 febbraio 2022 al Teatro Menotti di Milano sarà in scena “POSSIAMO SALVARE IL MONDO PRIMA DI CENA” scritto e diretto da Emilio Russo con il Collettivo Menotti

POSSIAMO SALVARE IL MONDO PRIMA DI CENA

DI JONATHAN SAFRAN FOER

8-20 FEBBRAIO al Teatro Menotti di Milano

Scritto e diretto da Emilio Russo

Adattato da We are the weather di Jonathan Safran Foer

con Enrico Ballardini, Nicolas Errico, Helena Hellwig, Leda Kreider, Claudio Pellegrini, Chiara Tomei

scene e costumi Pamela Aicardi

luci Giacomo Delfanti

assistente alla produzione Cecilia Negro

produzione Tieffe Teatro Milano

Jonathan Safran Foer, autore dell’indimenticabile best seller Troppo forte incredibilmente vicino, nel suo romanzo-saggio Possiamo salvare il mondo prima di cena racconta, con straordinario impatto emotivo, la crisi climatica del nostro pianeta e lo fa alternando in modo originale storie di famiglia, ricordi personali, episodi biblici, dati scientifici e suggestioni futuristiche.

E per la prima volta arriva a teatro il capolavoro ambientalista, un testo trasgressivo, sorprendente, provocatorio per uno spettacolo coinvolgente e una storia che riguarda tutti. Lo spettacolo portato in scena dalla giovane compagnia Collettivo Menotti affronta un argomento che scuote gli animi, parole e musica potenti capaci di accompagnare lo spettatore in un viaggio in cui la scienza lascerà il posto alle emozioni.

In un loft abitato da giovani attivisti, studenti, musicisti, i temi ambientali si trasformano, da noiosi elementi di una discussione oramai un po’ stanca, in materia incandescente con cui fare i conti qui ed ora. Una sorta di presa di coscienza di un futuro che non è poi così lontano come ci illudiamo di credere.

Questo spettacolo ti rinfresca l’anima come l’acqua di fonte, scuote dal torpore, porta una festante joie de vivre, che conserva la voglia di curare il mondo, ed insieme il desiderio di trasmettere tutto questo. Milanoteatri.it

Lo spettacolo Possiamo salvare il mondo prima di cena, (…) è una presa di coscienza graduale. Lo spettacolo ha rotto davvero la quarta parete e il pubblico sta portando a casa una piccola consapevolezza: la necessità di dover fare qualcosa.  Fortementein Magazine

Teatro Menotti – Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.